LEGGE 23 DICEMBRE 2014 N. 190 E SUCCESSIVA LEGGE 11 DICEMBRE 2016 N 232

Le imprese che effettuano spese in ricerca e sviluppo avranno la possibilità per gli anni 2016-2017-2018-2019-2020 di ottenere un’agevolazione fiscale sotto forma di credito d’imposta.

Il bonus è riconosciuto a tutte le imprese indipendentemente dalle dimensioni aziendali, dalla forma giuridica, dal settore di attività e dal regime contabile adottato. Il meccanismo del calcolo del credito d’imposta è incrementale e la spesa minima in R&D per fruire del credito è di 30mila euro.

Dal punto di vista operativo il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito e della base imponibile IRAP, è utilizzabile in compensazione orizzontale.

È importante allegare al bilancio la documentazione contabile che dovrà essere certificata dal revisore legale o dal collegio sindacale o da un professionista iscritto al Registro dei revisori legali