Patent Box

Episodio 12

Potenzialità dello strumento, conclusioni

Questa settimana concludiamo la nostra rubrica sul Patent Box riepilogando i punti davvero importanti che forniscono enormi potenzialità e vantaggi allo strumento agevolativo per le imprese che riescono ad utilizzarlo.

Come abbiamo avuto modo di spiegare approfonditamente nelle settimane precedenti, il regime del Patent Box è un regime opzionale di tassazione estremamente vantaggioso per i redditi derivati da determinati beni immateriali (opere dell’ingegno, brevetti industriali, processi, formule ed informazioni relative ad esperienze nel settore industriale, commerciale o scientifico che siano giuridicamente tutelabili).

Operativamente, consiste in una variazione in diminuzione da operare ai fini Irpef o Ires e Irap. A tal fine la procedura può essere riassunta nei seguenti passi:

• individuazione del reddito agevolabile derivante dall’utilizzo diretto o indiretto del bene immateriale ai sensi dell’art. 7 del D.M del 30 luglio 2015;

• calcolo del nexus ratio dato dal rapporto tra costi qualificati e costi complessivi ai sensi dell’art. 9 commi da 2 a 5 del D.M del 30 luglio 2015;

• calcolare il prodotto tra il reddito agevolabile e il nexus ratio in modo da determinare il reddito agevolabile come previsto dall’art. 9 comma 7 del D.M. 30 luglio 2015

Questo sistema di agevolazione è stato introdotto con la Legge di stabilità 2015, con l’intenzione di uniformare il nostro paese a sistemi analoghi previsti da altri Stati all’interno dell’Unione Europea. Nonostante la notevole complessità dello strumento, il successo tra le imprese e i contribuenti è stato notevolissimo.

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 11 del 7 aprile 2016 rivendica l’importanza dell’agevolazione: “le imprese ad alta intensità di diritti di proprietà intellettuale sono quelle che contribuiscono, soprattutto in Europa, a sostenere concretamente la crescita economica, sia in termini di prodotto interno lordo che di occupazione”.

In conclusione, si tratta di un’importante funzione macroeconomica svolta da questa agevolazione nell’ambito della politica fiscale italiana.

Dall’introduzione in poi abbiamo cercato di informare le imprese sull’esistenza dell’agevolazione, sulle caratteristiche, sulla creazione di un dialogo proficuo con l’Agenzia delle Entrate. Spesso le imprese non conoscevano la possibilità agevolativa, altre volte, pur conoscendola, non ne avevano ancora compreso le enormi potenzialità e spesso avevano un certo timore nell’approcciarsi alle modalità di fruizione.

Da sempre cerchiamo di avere un approccio corretto, trasparente serio con i nostri clienti in modo che possano fruire dell’agevolazione senza alcun tipo di forzatura nel pieno rispetto della normativa di riferimento.

I risultati ci hanno dato ragione garantendo enormi risparmi di imposte per i nostri clienti, senza alcun tipo di rischio in considerazione del fatto che l’operazione viene portato sempre avanti in condivisione di vedute ed obiettivi e dialogo continuo con gli uffici finanziari.

 

Contattaci, non perdere l’opportunità di agevolare i tuoi investimenti!

Privacy

Marketing