Il credito d’imposta sulle attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica e altre attività innovative, viene potenziato sia attraverso un allungamento fino al 2022, sia come maggiorazione dell’intensità dell’agevolazione. 

Vediamo le principali novità: 

1) estensione del beneficio sino al 31 dicembre 2022
2) aumento dell’intensità di aiuto in particolare: 

dal 12% al 20% del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo, con limite annuo elevato da 3 a 4 milioni di euro

dal 6% al 10% del credito d’imposta per investimenti in innovazione tecnologica, con limite annuo elevato da 1,5 a 2 milioni di euro

dal 10% al 15% del credito d’imposta per investimenti in innovazione tecnologica, transizione ecologica o innovazione digitale 4.0, con limite annuo elevato da 1,5 a 2 milioni di euro

dal 6% al 10% del credito d’imposta per investimenti in design e ideazione estetica, con limite annuo elevato da 1,5 a 2 milioni di euro

Siamo in attesa della Circolare interpretativa dell’Agenzia delle Entrate e del Mise in merito alle corrette modalità  di utilizzo del credito d’imposta.

Fissa un appuntamento telefonico per risparmiare imposte grazie alla compensazione direttamente in F24 dei crediti spettanti.

Contatta i nostri uffici per impostare la tua pratica di agevolazione sui tuoi obiettivi e progetti di business.

 
L’agevolazione consente di ottenere notevoli risparmi di imposta grazie alla compensazione degli importi. Contattaci in modo da effettuare una simulazione del risparmio in modo chiaro e veloce! 

Privacy

Marketing

Contenuti che potrebbero interessarti
Entra subito a far parte della community dello Studio Pasti & Partners

Entra subito a far parte della community dello Studio Pasti & Partners

Sarai sempre informato sulle agevolazioni fiscali, possibilità di investimento e bandi in uscita per la tua azienda.

 

Inoltre come regalo di bevenuto riceverai la "Guida sui finanziamenti per le imprese che vogliono vendere all'estero"

Grazie per la tua iscrizione e benvenuto!